La parte sana del ns. Paese (Istituzionale, Produttiva, Professionale) che possiamo definire la  “comunità della Compliance” e gli Stakeholders (UNIQUALITY, KHC Know How Certification, CERTIFICATION, ACCREDIA, CISAL, AITRA, GIACC Italy, Asso231, ENBIC, ENBIMS ed AIFES), hanno partecipato a Milano al #ComplianceDay2017 ( il 16 giugno 2017 ), una giornata memorabile, con una affluenza da record, con 60 Relatori, con oltre 500 persone e 350 Aziende provenienti da tutta Italia, nonostante il fermo del traffico aereo, ferroviario e locale. CERTIFICATION è stata Event Partner del #ComplianceDay2017, ed ha contribuito all’organizzazione dell’evento:

Ma quali tematiche si sono affrontate per contribuire allo «sviluppo sostenibile del nostro Paese»? sicuramente si sono forniti gli strumenti alle aziende presenti per contribuire allo sviluppo sostenibile: la ISO 37001:2016 ed il Reg. (UE) 2016/679.

Dalla dimostrazione in plenaria che la “corruzione uccide” (con infrastrutture non sicure, con ospedali non sicuri, con l’inquinamento dell’ambiente, con la sottrazione di fondi per investimenti, con scuole meno buone, con elusione delle garanzia di sicurezza, con una crescita economica più lenta), si sono presentate le prime Aziende che hanno cominciato a contribuire alla prevenzione della corruzione: le prime 4 aziende certificate da CERTIFICATION (Organismo di Certificazione accreditato ACCREDIA per il Sistema di gestione per la prevenzione della Corruzione):

 Studio Costenaro S.r.l. Marostica

WeMay S.r.l. Reggio Emilia – Poppi (Arezzo) – Grosseto (Santa Fiora)  

GRUPPO STRAZZERI S.r.l. Catania – MINERVA GROUP SERVICE SOCIETA’ CONSORTILE COOPERATIVA Milano

Il dibattito, al massimo livello Istituzionale, ha visto la declinazione dello strumento ISO 37001:2016 e della L. 190/2012 anche negli Enti Pubblici o negli Enti privati con controllo pubblico, con un parterre di elevato standing come Giorgio Martellino (Pres. AITRA Associazione Italiana Trasparenza e Anticorruzione), Paola Balducci (Consigliere CSM), Eugenio Fusco (Sostituto Procuratore Capo Milano), Stefano Toschei (Consigliere TAR Lazio), Giuseppe Rossi (Presidente ACCREDIA). Si è potuto dimostrare come i due strumenti (L.190/2012 e ISO 37001) siano sinergici ed aiutino l’Amministrazione Pubblica ad applicare efficacemente i requisiti cogenti.

Intervento di Giorgio Martellino (Presidente AITRA)

Altra novità di cui, in altra sala si è ampiamente discusso, è l’impatto che il Reg. (UE) 2016/679, sulla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché sulle norme relative alla libera circolazione di tali dati, ha sulle Aziende Europee. Anche in questo caso si è dimostrato come un mero adempimento cogente, possa diventare strumento di crescita nelle attività core business. Il Corso specialistico per Data Protection Auditor/Lead Auditor >>>CERTIFICATION ed il Corso per DPO (Data Protection Officer)  di Adfor, sono stati presentati come strumenti indispensabili per le Aziende per affrontare i requisiti del Reg.(UE) 2016/679. 

Nelle altre sale, si è parlato di altre novità e si è fornito valore aggiunto ai partecipanti: per la Sicurezza si è approfondito come l’aspetto premiale per gli appalti pubblici della certificazione CERTIFICATION BS OHSAS 18001:2007, non solo importante per partecipare alle gare d’appalto, ma strategica per l’Azienda stessa al fine dell’abbattimento del rischio infortunistico e delle malattie professionali.

Possiamo affermare che CERTIFICATION rappresenta in Italia, insieme agli altri Stakeholders, la “comunità della Compliance” ed ha contribuito, con il #ComplianceDay2017 di Milano, al soddisfacimento dello «sviluppo sostenibile del nostro Paese».